Identità ritrovate

23 Maggio 2022
302

Spinea • Personale di Maria Angela Tiozzi nell'oratorio di Villa Simion

In esposizione 6 opere della recente serie Doppia vita

La rassegna "Memoriae" si conclude, a un anno dall'istituzione, con una doppia personale in altrettante sedie espositive. Le mostre, visitabili fino al 12 giugno, prendono vita a Spinea nell'oratorio di Villa Simion con le opere di Maria Angela Tiozzi e la curatela di Francesca Giubilei e nell'oratorio di Santa Maria Assunta con quelle di Santina Ricupero e la curatela di Monica Mazzolini. 
I rapporti della memoria con il silenzio, il tempo, l'oblio, lo sradicamento, la natura, l'identità sono i temi affrontati nei 6 appuntamenti promossi dal comune con la collaborazione di Contemporis ETS.
Tiozzi propone 6 pezzi della serie più recente Doppia Vita (pittura e grattage su acetato), 8 Ritratti di sia piccoli in A4 che in formato cm 70x100, un centinaio di piccole tavolette appartenenti alla serie in progress Edificazioni (fotografie incollate su mattoncini in MDF) e altri ritratti a mezzo busto. L'artista espone dall'83 parallelamente a un percorso accademico solido e sfaccettato che comprende anche preziosi contributi giornalistici per Artein, prima e dal 2020 per AW ArtMag. Nei lavori presentati interviene sugli scatti manipolandoli ma senza privarli di un effetto finale evocativo e naturale. 
Il linguaggio dell'appropriazione critica di un'immagine già esistente contribuisce a creare opere nuove dal connotato fortemente personale, reinterpretandole o stravolgendole. L'atto di aggiungere o togliere, destrutturare e rimodellare gli elementi compositivi rinforza il legame tra passato e presente attraverso la memoria, al centro della rassegna, dove tipicamente avvengono le stesse operazioni in modo inconscio. "La pittura è realistica, sorprendentemente vicina all'immagine riprodotta meccanicamente, eppure la fisionomia originaria non esiste più (...) l'unità della composizione vengono ulteriormente negate quando l'opera, originariamente in formato A4, viene stampata, ingrandendola di oltre dieci volte (...) aggiungendo un ulteriore livello espressivo alla narrazione secondo la tecnica della mise en abyme", scrivono Francesca Giubilei e Luca Berta in catalogo.
L'inaugurazione si terrà il 27 maggio alle 17.30 presso l'oratorio di Villa Simion.

Maria Angela Tiozzi

Spinea

Villa Simion

A cura di Francesca Giubilei

27/05 - 12/06

L'Autore

26 Post

Assistente di redazione. Dagli studi linguistici rimbalza a quelli di ingegneria e approda nel digital marketing, attraverso un processo di liberazione cinetica. Performer in una galleria di Pietrasanta, conosce nel 2019 il direttore di AW ArtMag a cui si lega professionalmente, unendo la sindrome di Stendhal per Boltanski all’esaltazione per l’editing. In ufficio, è tête-à-tête col pc. A casa, guarda dalla finestra, pensa, scrive e progetta il prossimo reportage.

Articoli Correlati

Articoli Recenti

I più letti di oggi

PARTNER